cullacullacullacullacullacullacullacullacullacullacullacullacullacullacullaculla

Culla

Esecuzione dei lavori Marina Simoncini      

Provenienza Chiesa SS. Crocifisso di Monreale

Collocazione Museo Diocesano di Monreale

Oggetto Culla

Materiale legno policromo

Misure Cm   65 x 43,5 x 35

Datazione primo quarto del XIX secolo

Attribuzione scultore siciliano

Inizio Lavori 17 marzo 2011

Fine Lavori 6 aprile 2011

 

La culla, proveniente dalla chiesa del SS. Crocifisso di Monreale ed esposta al Museo Diocesano, è ascrivibile a scultore isolano del primo quarto del XIX secolo. Realizzata in legno policromo, presenta in basso quattro aquile ad ali spiegate che costituiscono raffinati punti d’appoggio. La sezione inferiore dell’opera è impreziosita da una decorazione floreale ed elementi raggiati che occupano tutta la superficie.

Il manufatto non aveva mai subito alcun intervento di restauro. La doratura si presentava in buono stato di conservazione, la laccatura invece risultava disidratata in alcune sezioni dell’opera. In talune parti era presente una decoesione della preparazione a gesso dal supporto ligneo ed erano visibili, inoltre, numerosi fori dell’azione erosiva dei tarli.

Dopo la spolveratura di tutta la superficie con pennello morbido, si è proceduto alla disinfestazione antitarlo mediante iniezioni nei fori. Si è passati quindi alle integrazioni delle piccole parti in legno mancanti e al consolidamento della preparazione a gesso con iniezioni di colla di coniglio nelle squame esistenti. È stata effettuata la pulitura delle sezioni dorate e laccate tramite miscele solventi leggere per eliminare lo sporco superficiale. Si è proceduto alla stuccatura della preparazione a gesso mancante con gesso e colla di coniglio, seguita dalla levigatura e imbolatura, e dalla preparazione di base per le parti integrate da dorare e da laccare. L’integrazione della doratura è stata effettuata con tecnica a guazzo in foglia oro 23 ¾; l’integrazione pittorica è stata realizzata con colori a vernice per restauro. L’opera infine è stata trattata con vernice protettiva.

Dott. Lisa Sciortino

/

© Museo Diocesano di Monreale 2016