Elenco delle opere

CAPPELLA DEL CROCIFISSO - ROANO

  • Orafo siciliano, Fibula, argento dorato e pietre policrome, 1692 ca.
  • Argentiere messinese, Pastorale, filigrana d’argento, rame dorato, pietre policrome, 1692 ca.
  • Argentiere messinese, Ostensorio, filigrana d’argento e pietre policrome, 1692 ca.
  • Argentiere messinese, Palmatoria, argento e filigrana d’argento, 1692 ca.
  • Argentiere siciliano, Croce astile, argento sbalzato, cesellato e parti fuse, ultimo trentennio del XVII secolo.
  • Argentiere palermitano, Stauroteca, argento sbalzato e cesellato, 1682.
  • Argentiere palermitano, Pisside, argento sbalzato e inciso, 1696.
  • Maestranze trapanesi, Croce da tavolo, rame dorato e corallo, ultimo ventennio del XVII secolo.
  • Maestranze trapanesi, San Michele Arcangelo, alabastro, ultimo ventennio del XVII secolo.
  • Maestranze trapanesi, San Giovanni Battista, alabastro, ultimo ventennio del XVII secolo.
  • Maestranze siciliane, Piviale, raso ricamato, 1692 ca.
  • Maestranze siciliane, Pianeta, raso ricamato, 1692 ca.
  • Maestranze siciliane, Grembiule, raso ricamato, 1692 ca.
  • Maestranze siciliane, Copricalice, raso ricamato, 1692 ca.
  • Maestranze siciliane, Borsa, raso ricamato, 1692 ca.
  • Maestranze siciliane, Stola, raso ricamato, 1692 ca.
  • Maestranze siciliane, Manipolo, raso ricamato, 1692 ca.
  • Manifattura siciliana, Mitria, raso turco laminato ricamato, 1692 ca.
  • Manifattura siciliana, Velo di calice, stola e borsa, taffetas ricamato, ultimo ventennio del XVII secolo.
  • Manifattura siciliana, Velo di calice, raso ricamato e argento, ultimo ventennio del XVII secolo.
  • Manifattura siciliana, Pianeta, gros de Tour lanciato e broccato, ultimo ventennio del XVII secolo, provenienza: Monreale, chiesa del SS. Crocifisso.
  • Manifattura siciliana, Copertina di testo liturgico, seta ricamata e corallo, ultimo ventennio del XVII secolo.
  • Manifattura siciliana, Serie di guanti, maglia di seta ricamata, ultimo ventennio del XVII secolo.
  • Maestranze siciliane, Teca reliquiaria, argento, legno e velluto, ultimo ventennio del XVII secolo.
  • Gaetano Lazzara, Pianta dell’Arcivescovado di Monreale con lo stemma dell’Arcivescovo Giovanni Roano, matrice calcografica di rame incisa all’acquaforte e bulino, 1702.
  • Gaetano Lazzara, Sezione della cappella del Crocifisso, matrice calcografica di rame incisa all’acquaforte e bulino, 1702.
  • Gaetano Lazzara, Pavimento della cappella del Crocifisso, matrice calcografica di rame incisa all’acquaforte e bulino, 1702.
  • Gaetano Lazzara, Parete con Crocifisso inchiodato all’albero di Iesse, matrice calcografica di rame incisa all’acquaforte e bulino, 1702.
  • Gaetano Lazzara, Altare della Madonna del Popolo, matrice calcografica di rame incisa all’acquaforte e bulino, 1702.
  • Gaetano Lazzara, Altare del Sacramento, matrice calcografica di rame incisa all’acquaforte e bulino, 1702.
  • Antonino Romano, Progetto per il rifacimento della cupola della cappella del Crocifisso, 1769, provenienza: Monreale, Palazzo Arcivescovile.
  • Antonio Rallo-Alberto Orlando (attr.), Armadio di sacrestia, legno intagliato e marmo, fine XVII secolo.
  • Antonio Rallo-Alberto Orlando (attr.), Inginocchiatoio, legno intagliato, fine XVII secolo.
  • Antonio Rallo-Alberto Orlando, Porte, legno intagliato e marmo, fine XVII secolo.
  • Giovan Battista Firrera (attr.), Lavabo, marmi mischi, fine XVII secolo.
  • Antonino Grano, Pietà, affresco, 1690 ca.

INGRESSO AL MUSEO

  • Maestranze siciliane, Lavabo da sacrestia, marmo, fine XVI secolo-XVIII secolo (mensole con putti), provenienza: Calatamauro, Abbazia di Santa Maria del Bosco, proprietà F.E.C.
  • Maestranze siciliane, Frammento di paliotto d’altare, marmi policromi, XVIII secolo, provenienza: Calatamauro, Abbazia di Santa Maria del Bosco, proprietà F.E.C.
  • Maestranze siciliane, Lastra tombale con stemma olivetano, marmi mischi, 1773, provenienza: Calatamauro, Abbazia di Santa Maria del Bosco, proprietà F.E.C.
  • Maestranze siciliane, Lastra tombale, marmi mischi, 1687, provenienza: Monreale, chiesa di San Gaetano.
  • Maestranze siciliane, Lastra tombale, marmi mischi, 1707, provenienza: Monreale, chiesa di San Gaetano.
  • Maestranze siciliane, Lastra tombale, marmo, 1619, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Maestranze siciliane, Lastra tombale, marmo, 1697, provenienza: Palazzo Arcivescovile.
  • Maestranze siciliane, Lastra con stemma papale, marmo, XVII secolo, provenienza: Palazzo Arcivescovile.
  • Maestranze siciliane, Coppia di tondi con Santi, fine XVI-inizi XVII secolo (recto)- fine XVII secolo (verso), provenienza: Monreale, Palazzo Arcivescovile.
  • Maestranze siciliane, Stemma del Cardinale Ludovico II Torres con bafometto, marmo, 1588-1609, provenienza: Monreale, Palazzo Arcivescovile.
  • Maestranze siciliane, Stemma del Cardinale Ludovico II Torres, marmo, 1588-1609, provenienza: Monreale, Palazzo Arcivescovile.
  • Maestranze siciliane, Stemma dell’Arcivescovo Domenico Benedetto Balsamo, marmo, 1816-1844, provenienza: Monreale, Palazzo Arcivescovile.
  • Maestranze romane, Sarcofago, marmo, fine II-inizi III secolo, provenienza: Monreale, Palazzo Arcivescovile.
  • Maestranze romane, Sarcofago di Guglielmo II, marmo, metà III secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Maestranze siciliane, Coppia di basi, marmo, fine XVI-inizi XVII secolo, provenienza: Monreale, Palazzo Arcivescovile.
  • Antonino Spatafora (attr.), Madonna col Bambino tra San Placido e il Cardinale Alessandro Farnese, affresco, seconda metà del XVI secolo.
  • Maestranze dell’Italia meridionale, Frammento di pulvino, marmo, XII secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Maestranze normanne, Capitello, marmo, XII secolo, provenienza: Monreale, Palazzo Arcivescovile.
  • Maestranze normanne, Capitello, marmo, XII secolo, provenienza: Monreale, Palazzo Arcivescovile.

SALA SAN PLACIDO

  • Gioacchino Martorana, La Madonna appare in sogno a Guglielmo II, olio su tela, 1769, provenienza: Monreale, ex Seminario Arcivescovile già Palazzo Torres.
  • Pietro Duranti (attr.) su cartone di Gioacchino Martorana, La Madonna appare in sogno a Guglielmo II, arazzo, ante 1767, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Scultore siciliano, San Castrense, legno policromo, prima metà del XVIII secolo, provenienza: Monreale, chiesa del Monte di Pietà.
  • Maestranze siciliane, Coppia di candelieri, legno intagliato e dorato, inizi XIX secolo, provenienza: Calatamauro, Abbazia di Santa Maria del Bosco, proprietà F.E.C.
  • Scultore siciliano, San Castrense, legno dorato e policromo, XVII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Scultore siciliano, San Michele Arcangelo, legno dorato e policromo, fine XVI-inizi XVII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Giuseppe Alvino detto il Sozzo, Madonna dell’Itria, olio su tavola, seconda metà del XVI secolo, provenienza: Monreale, chiesa della Madonna dell’Odigitria.
  • Melchiorre Barresi (attr.), Madonna di Monserrato, olio su tela, XVII secolo, provenienza: Monreale, chiesa di Santa Maria dell’Odigitria.
  • Pietro Novelli (attr.), La processione di San Carlo Borromeo, olio su tela, terzo decennio del XVII secolo, provenienza: Monreale, chiesa di San Vito.
  • Orazio Ferraro, Madonna dello Stellario con i Santi Sebastiano e Agata, olio su tela, 1612, provenienza: Monreale, chiesa del Monte di Pietà.
  • Pittore fiammingo-novellesco, Madonna col Bambino con le Sante Vergini Cecilia, Agnese e Caterina d’Alessandria, olio su tela, metà XVII secolo, provenienza: Monreale, chiesa di Santa Maria dell’Orto.
  • Pietro Novelli, Angelo custode, olio su tela, 1640, provenienza: Monreale, chiesa degli Agonizzanti, chiesa dell’Angelo Custode, chiesa di Santa Maria dell’Orto; Palermo, Galleria Regionale della Sicilia.
  • Pittore siciliano, San Girolamo penitente, olio su tela, prima metà del XVII secolo, provenienza: Monreale, chiesa del Monte di Pietà.
  • Pittore siciliano, I sette Arcangeli, olio su tela, seconda metà del XVII secolo, provenienza chiesa del Monte di Pietà di Monreale.
  • Mariano Lo Bianco e Vincenzo Russo (attr.), Repositorio, argento sbalzato e cesellato, 1762, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Giuseppe Greco (attr.), Repositorio, argento e argento dorato sbalzato e cesellato, 1788, provenienza: Monreale, chiesa della SS. Trinità.
  • Giuseppe Greco (attr.), Tronetto eucaristico, argento e argento dorato sbalzato e cesellato, 1788, provenienza: Monreale, chiesa della SS. Trinità.
  • Argentiere palermitano, Reliquiario a palmetta di San Nicola, argento sbalzato e cesellato, 1742, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere palermitano, Reliquiario a palmetta di San Cataldo, argento sbalzato e cesellato, 1742, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere palermitano, Reliquiario a palmetta di San Giorgio, argento sbalzato e cesellato, 1742, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Manifattura siciliana, Paliotto con San Giuseppe e il Bambino, velluto, filo oro e argento, seconda metà del XVII secolo, provenienza: Monreale, chiesa di Santa Maria dell’Orto.
  • Manifattura siciliana, Paliotto con Sante Cecilia, Agnese e Caterina, velluto, filo oro e argento, seconda metà del XVII secolo, provenienza: Monreale, chiesa di Santa Maria dell’Orto.
  • Manifattura siciliana, Paliotto con repositorio, velluto, filo oro e argento, seconda metà del XVII secolo, provenienza: Monreale, chiesa di Santa Maria dell’Orto.
  • Manifattura siciliana, Paliotto con San Filippo Neri, velluto, filo oro e argento, seconda metà del XVII secolo, provenienza: Monreale, chiesa di Santa Maria dell’Orto.
  • Manifattura siciliana, Paliotto, tessuto ricamato con fili d’oro e d’argento e sete policrome, inizi XVIII secolo, provenienza: Monreale, chiesa della SS. Trinità.
  • Manifattura siciliana, Paliotto con scena paesaggistica, tela di lino ricamata, seconda metà del XVIII secolo, provenienza: Monreale, chiesa della SS. Trinità.
  • Manifattura siciliana, Paliotto con scena paesaggistica, tela di lino ricamata, seconda metà del XVIII secolo, provenienza: Monreale, chiesa della SS. Trinità.
  • Domenico La Bruna, Gloria di Sant’Ignazio, olio su tela, 1737 (?), Monreale, chiesa del Sacro Cuore.
  • Maestranze siciliane, Portantina, legno intagliato e dorato e cuoio, XVIII secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.

SCALA

  • Manifattura dell’Italia centro-meridionale, Candeliere, legno intagliato e dorato, XVIII secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.

SALA NORMANNA

Bacheca:

  • Orafi francesi e siciliani, Reliquiario della Sacra Spina, oro, argento, perle, smeraldi, ametiste, smalti, XIII secolo con integrazioni del XIV e del XVII secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Orafi di Limoges, Cofanetto reliquiario, rame dorato e smalto champlevé, XII secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere siciliano, Reliquiario con la manna del deserto e Reliquiario del latte e dei capelli della Vergine, argento, argento dorato, paste vitree e cristallo di rocca, ultimo quarto del XIII secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere siciliano, Reliquiario, argento dorato sbalzato, cesellato e inciso, XV secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere siciliano, Pisside poligonale, argento dorato sbalzato, XVI secolo-XVII secolo (croce apicale), provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Maestranze dell’Italia settentrionale, Cofanetto reliquiario, pastiglia, XIII secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale, sepolcro di San Luigi IX di Francia.
  • Manifattura siriana, Ciotola, pasta silicea decorazione sotto bacheca trasparente, fine XIII-inizi XIV secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Pittore dell’Italia meridionale di cultura bizantineggiante, Madonna col Bambino, olio su tavola, XV secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Barisano da Trani, Borchia, bronzo, 1186 ca, provenienza: Monreale, Cattedrale, porta laterale.
  • Bonanno Pisano, Coppia di borchie, bronzo, 1186, provenienza: Monreale, Cattedrale, porta principale.

Pareti:

  • Barnaba da Modena (attr.), Madonna dell’Umiltà, tempera su tavola, seconda metà del XIV secolo, provenienza: Monreale, Palazzo Torres, già Cattedrale.
  • Maestro dell’Italia settentrionale con influenze dell’Europa del nord, Pietà con San Giovanni e la Maddalena, legno e pastiglia policroma e dorata, XVI secolo, Villaciambra-Monreale, chiesa di Maria SS. del Rosario.
  • Ioannìkios Cornero, Odigitria, olio su tavola, XVII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Pittore della Sicilia occidentale, Dormitio Virginis, tempera su tavola, seconda metà del XV secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Pittore dell’Italia meridionale, Pannello di polittico con Santo, olio su tavola, seconda metà del XV secolo-XIX secolo (cornice), provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Pittore di ambito napoletano, Sant’Antonio Abate, olio su tavola, fine XV secolo, provenienza: Monreale, chiesa del Carmine (?).
  • Scultore siciliano, Crocifisso, legno policromo, XV secolo, provenienza: Chiusa Sclafani, chiesa di Santa Lucia.
  • Manifattura araba, Frammenti di pavimento a mosaico, tarsia lapidea policroma, XII secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale, presbiterio.
  • Maestranze francesi, Cofanetto reliquiario, legno e pastiglia dorata, XIII secolo, provenienza. Monreale, Cattedrale.

Bacheca esterna:

  • Maestranze siciliane, Frammenti del baldacchino del sarcofago di Guglielmo I, porfido, XII secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Manifattura araba, Frammenti di plutei, marmo bianco e mosaico, XII secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale, presbiterio.
  • Maestranze dell’Italia meridionale, Frammenti di pulvini, marmo, XII secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.

SALA DEL RINASCIMENTO

  • Antonello Gagini (attr.), San Girolamo penitente, marmo, inizi XVI secolo (1508?), provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Scultore siciliano, Flagellazione, marmo, terzo quarto del XVIII secolo, provenienza: Calatamauro, Abbazia di Santa Maria del Bosco, proprietà F.E.C.
  • Scultore siciliano, Caduta di Cristo sotto la croce, marmo, terzo quarto del XVIII secolo, provenienza: Calatamauro, Abbazia di Santa Maria del Bosco, proprietà F.E.C.
  • Ambito gaginiano, Madonna col Bambino, marmo, prima metà del XVI secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Andrea Della Robbia (attr.), Madonna col Bambino, terracotta invetriata, 1485-1490, provenienza: Calatamauro, Abbazia di Santa Maria del Bosco, proprietà F.E.C.
  • Girolamo Paladino (attr.), Madonna in trono col Bambino e i Santi Crispino e Crispiniano, olio e tempera su tavola, fine XVI-inizi XVII secolo, provenienza: Monreale, Oratorio dei Santi Crispino e Crispiniano.
  • Pittore siciliano, Madonna col Bambino, olio su tavola, XVI secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Pittore dell’Italia centrale, Pietà, olio su tavola, fine XVI secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Quintin Metsys (attr.), Volto di Cristo, olio su tela, XVI secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Pittore siciliano di cultura fiamminga, Madonna col Bambino, olio su tavola, prima metà del XVI secolo, provenienza: Ficuzza, cappella Reale della Palazzina di caccia.
  • Manifattura spagnola, Scialle, taffetas, prima metà del XVII secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Scultore siciliano, Madonna col Bambino, legno policromo, XVI secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Scultore siciliano, Testa di Santo, legno, XVI secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.

SALA RENDA PITTI

Bacheca:

  • Argentieri palermitani, Sportello di tabernacolo con Cristo risorto, argento sbalzato e cesellato, rame dorato, legno, 1751, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Argentiere siciliano, Sportello di tabernacolo con calice, argento sbalzato e cesellato, fine XVII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Pietro Carlotta (attr.), Sportello di tabernacolo con Santa Chiara, argento sbalzato e cesellato, 1747, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Argentiere palermitano, Sportello di tabernacolo con Santo, argento dorato, ottone dorato  e agata, fine XVII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Argentiere palermitano, Placca con colomba dello Spirito Santo, argento sbalzato, seconda metà del XVIII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Argentiere palermitano, Corona di Madonna, argento balzato e cesellato, 1649, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Argentiere siciliano, Coppia di corone della Madonna e di Gesù Bambino, argento dorato e gemme policrome, XIX secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Argentiere siciliano, Coppia di reliquiari a palmetta, argento sbalzato e cesellato, fine XVIII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Argentiere dell’Europa centrale, Teca con tentazione di Sant’Antonio Abate, argento sbalzato e cesellato, XIX secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Argentiere siciliano, Teca portaoli, argento sbalzato e cesellato, 1784, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Argentiere catanese, Secchiellino, argento sbalzato e cesellato, 1719, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.

Bacheca:

  • Vincenzo Papadopoli, Pisside, argento dorato, sbalzato, cesellato, inciso e con parti fuse, 1763, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Argentiere palermitano, Calice, argento dorato sbalzato, cesellato e inciso, 1778, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Pietro Juvara, Calice, argento sbalzato, cesellato, vermeil, 1653, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Vincenzo Solazzo (attr.), Lampada pensile, argento sbalzato e cesellato, 1780, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Argentiere siciliano, Ostensorio con allegoria della Fede, argento sbalzato, cesellato e con parti fuse, 1737 (Fede) - 1750 (raggiera) - metà XVIII secolo (base), provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Placido Carini (attr.), Turibolo, argento sbalzato e cesellato, inizi XVIII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Antonino Nicchi (attr.), Patena, argento dorato, 1778, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Argentiere dell’Italia meridionale, Coppia di candelieri, argento sbalzato, cesellato e inciso, metà XVIII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Argentiere siciliano, Copertina di messale, argento sbalzato, cesellato e inciso, seconda metà del XVIII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Maestranze tedesche, Coppia di cucchiai, argento inciso e avorio, XIX secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.

Bacheca:

  • Maestranze veneziane, Vaso ovoidale con San Francesco d’Assisi, maiolica, seconda metà del XVI secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Bottega di Filippo Passalacqua (attr.), Vaso ovoidale con San Sebastiano, maiolica, primo trentennio del XVII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Maestranze venete, Coppia di bottiglie con Santi, maiolica, seconda metà del XVI secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Maestranze dell’Italia centrale (?), Alzata con croce di Malta e motivi floreali, ceramica, XVII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Maestranze calabre (Gerace), Cilindro, maiolica seconda metà del XVII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Maestranze toscane, Piatto con profilo virile, maiolica, XVI secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Maestranze toscane (Montelupo fiorentino), Piatto con motivi geometrici, maiolica, 1550-1590, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Maestranze toscane, Piatto con profilo muliebre, maiolica, XVI secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Maestranze romane, Albarello, maiolica, fine XVI-inizi XVII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Maestranze italiane, Albarello, maiolica, XIX secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Maestranze umbro-laziali, Boccale, maiolica, XV secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Maestranze umbro-laziali, Boccale, maiolica, prima metà del XVI secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.

Bacheca:

  • Argentiere siciliano, Reliquiario di San Giuseppe, argento sbalzato, cesellato, inciso e legno, metà XVIII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Argentiere toscano, Reliquiario francescano, argento sbalzato, cesellato, inciso e legno, fine XVII-inizi XVIII secolo, provenienza collezione Renda Pitti.
  • Argentiere dell’Italia meridionale, Reliquiario di San Paolo Apostolo, rame dorato, XVII secolo-1744-XIX secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Argentiere palermitano, Reliquiario, argento sbalzato, cesellato, inciso e rame dorato, XVI secolo-1814 (reliquiario), provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Argentiere dell’Italia meridionale, Reliquiario con frammento della Santa Croce, legno intagliato e dorato, metà XIX secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Maestranze siciliane, Reliquiario, madreperla e legno, prima metà del XIX secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Argentiere siciliano, Reliquiario, bronzo dorato, fine XVI-inizi XVII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Argentiere catanese, Reliquiario di Sant’Antonio, argento sbalzato e cesellato, 1705, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Argentiere dell’Italia meridionale, Reliquiario dei Santi Pietro e Paolo, alpacca, inizi XIX secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Maestranze trapanesi, Crocifisso, avorio e lapislazzuli, seconda metà del XVIII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.

Bacheca triangolare:

  • Pittore siciliano, Santa Caterina da Siena, dipinto su diaspro, fine XVII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Pittore siciliano, San Girolamo penitente, dipinto su onice, XVII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Pittore romano, Figura di Cardinale in contemplazione del Crocifisso, olio su rame, inizi XVIII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Pittore tardomanierista della Sicilia occidentale, Comunione di Santa Maria Maddalena, dipinto su rame, prima metà del XVII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Pittore emiliano, San Michele Arcangelo, olio su rame, metà XVII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Ambito del Sassoferrato, Madonna in preghiera, dipinto su rame, prima metà del XVII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Pittore di ambito romano-argentiere siciliano, Ritratto di San Filippo Neri, olio su tela e argento, XVIII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Pittore siciliano, Madonna col Bambino, olio su tela, fine XVIII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Maestranze urbinate, Coppia di piatti con Adamo ed Eva, maiolica, fine XVI-inizi XVII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Maestranze urbinate, Piatto con Abramo e il re di Sodoma, maiolica, 1571, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Maestranze pugliesi (Laterza), Piatto con sacerdote, maiolica, XVII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Maestranze campane, Alzata con la raffigurazione del “Memento Mori”, maiolica, 1694, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Maestranze liguri, Piatto con testina di cherubino, maiolica, fine XVI secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Maestranze umbre (Casteldurante), Piatto con stemma e trofei, maiolica, 1557, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Maestranze venete, Piatto con paesaggio, maiolica, 1629, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Maestranze romagnole o venete, Piatto con motivi decorativi vegetali, maiolica, seconda metà del XVI secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Maestranze liguri, Coppia di versatoi, maiolica, 1720, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.

Bacheca triangolare:

  • Maestranze trapanesi, Stefano Ruvolo (attr.) e argentieri palermitani, Crocifisso, argento, avorio e tartaruga, 1719-1720, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Manifattura siciliana, Stola, filo d’oro e corallo, XIX secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Scultore italiano, Santa Barbara, legno policromo, prima metà del XIX secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Maestranze italiane, Sant’Antonio da Padova, argento e avorio, fine XVI secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Scultore siciliano, Santa Caterina d’Alessandria, legno policromo, inizi XIX secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Maestranze siciliane, Scrigno, legno e madreperla, fine XVIII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.

Pareti:

  • Maestranze trapanesi, Immacolata, alabastro e argento, inizi XVIII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti, già Palazzolo Acreide, chiesa dei Cappuccini.
  • Salvatore Gallo, Reliquiario, legno intagliato e dorato, diaspro, olio su tela, legno policromo, seconda metà del XVI secolo (Cristo) - 1772 (reliquiario), provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Pittore fiammingo, Crocifissione con committenti, olio su tela, quarto decennio del XVII, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Pittore siciliano, Madonna della Misericordia, olio su tela, XVIII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Pittore siciliano, Madonna col Bambino e San Bernardo da Chiaravalle, olio su tela, metà XVII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Pittore siciliano, Immacolata tra simboli mariani, olio su tela, fine XVI secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Pittore palermitano (bottega di Vito D’Anna), Immacolata, olio su tela, seconda metà del XVIII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Pittore palermitano (bottega di Vito D’Anna), San Francesco di Paola, olio su tela, seconda metà del XVIII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Antonino Manno (attr.), San Michele Arcangelo, olio su tela, seconda metà del XVIII secolo provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Pittore napoletano, Agar e l’angelo, olio su tela, seconda metà del XVIII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Pittore dell’Italia meridionale, Natività della Vergine, olio su tela, seconda metà del XVIII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Pittore dell’Italia meridionale, Martirio di Santo Stefano, olio su rame, prima metà del XVII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Pittore siciliano, Sogno di San Giuseppe, olio su tela, metà XVIII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Argentiere siciliano, Copia dell’urna di Sant’Agata, argento sbalzato, cesellato e con parti fuse, prima metà del XIX secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Maestranze trapanesi, Madonna di Trapani, alabastro e argento, XVIII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Maestranze dell’Italia centro-settentrionale, Orologio, ebano, lapislazzuli e bronzo dorato, terzo quarto del XVII secolo con aggiunte del XIX secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Maestranze dell’Italia centro-settentrionale, Orologio con lo stemma Braschi e Altieri, ebano, lapislazzuli, pittura su legno, madreperla, avorio, pietre dure, turchese e bronzo dorato, terzo quarto del XVII secolo con aggiunte del XVIII secolo (quadrante) e del XIX secolo (movimento e basamento), provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Maestranze dell’Italia centrale, Monetiere, ebano, avorio e tartaruga, XVII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Maestranze siciliane (?), Mappamondo, legno e pastiglia policroma, XIX secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.

SALETTA DELLA PORTANTINA

  • Antonio Mollo, Reliquiario a busto di Sant’Ignazio di Loyola, argento e argento dorato sbalzato, cesellato e parti fuse, 1696, provenienza: Monreale, chiesa del Sacro Cuore.
  • Andrea Arena (attr.), Reliquiario a busto di San Francesco Saverio, argento e argento dorato sbalzato, cesellato e parti fuse, metà XVII secolo, provenienza: Monreale, chiesa del Sacro Cuore.
  • Maestranze palermitane, Portantina, legno intagliato e dorato, bronzo, cuoio, seta, fine XVIII secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Manifattura italiana, Pianeta, taffetas laminato broccato, metà XVII secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Manifattura spagnola (?), Dalmatica, broccatello, XVI secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Manifattura siciliana, Piviale, gros de Tours laminato, prima metà del XVII secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere palermitano, Pastorale con San Benedetto, argento sbalzato, cesellato, inciso e con parti fuse, 1745, provenienza: Monreale, Monastero di San Castrense.

SALA DEI VESCOVI

Bacheca:

  • Argentiere romano, Calice con lo stemma del Cardinale Alessandro Farnese, argento dorato, inciso e cesellato, fusione a cera persa, 1536-1573/ 1762 (coppa), provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Andrea de’ Peri (attr.), Reliquiario architettonico di San Gregorio Papa, argento sbalzato, cesellato, inciso e con parti fuse, 1540-1541/ 1588-1609 (base), provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Andrea de’ Peri (attr.), Reliquiario architettonico di Sant’Agata, argento sbalzato, cesellato e parti fuse, 1540-1541/ 1588-1609 (base), provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Andrea de Peri (attr.), Reliquiario architettonico, argento sbalzato e cesellato, 1540-1541, provenienza Duomo di Monreale.
  • Andrea de’ Peri (attr.), Reliquiario architettonico, argento sbalzato, cesellato e inciso, 1540-1541/ 1588-1609 (base), provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Andrea de’ Peri (attr.), Reliquiario architettonico dei SS. Sebastiano, Fabiano e altri, argento sbalzato e cesellato, 1540-1541/ 1588-1609 (base), provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Andrea de’ Peri (attr.), Reliquiario architettonico, argento sbalzato e cesellato, 1540-1541/ 1588-1609 (base), provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere siciliano, Campanello d’altare con lo stemma del Cardinale Ludovico I Torres, argento in lega cesellato e inciso, 1573-1584, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Pallio del Cardinale Ludovico II Torres, fine XVI secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere siciliano, Turibolo e navicella con lo stemma del Cardinale Ludovico II Torres, argento a fusione e inciso, 1588-1609, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Manifattura siciliana, Mitria, teletta d’oro, perline e paste vitree, 1596-XVII secolo (teletta d’oro), provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere siciliano, Campanello d’altare con lo stemma del Cardinale Ludovico II Torres, argento a fusione e inciso, 1588-1609, provenienza: Monreale, Cattedrale.

Bacheca:

  • Argentiere palermitano, Candelieri e Crocifisso con lo stemma del Cardinale Ludovico II Torres, argento sbalzato, cesellato, inciso e con parti fuse, 1627, provenienza: Monreale, cappella di San Castrense.
  • Argentiere palermitano, Coppia di reliquiari a tabella con lo stemma del Cardinale Ludovico II Torres, argento sbalzato e cesellato, 1669, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere siciliano, Crocifisso, argento fuso a cera persa e inciso, XVII secolo, provenienza: Monreale, collezione Governanti, già chiesa del Carmine.
  • Maestranze palermitane, Mattonella di censo con lo stemma del Cardinale Ludovico II Torres, maiolica, 1588-1609, provenienza: Monreale, ex Seminario Arcivescovile, già Palazzo Torres.
  • Maestranze palermitane, Mattonella di censo con lo stemma normanno e della città di Monreale, maiolica, seconda metà del XVII secolo, provenienza: Monreale, ex Seminario Arcivescovile, già Palazzo Torres.
  • Alessandro Castaldi (attr.), Formella, legno intarsiato, fine XVI secolo, provenienza: Monreale, cappella di San Castrense.
  • Alessandro Castaldi (attr.), Sportello, legno intarsiato, fine XVI secolo, provenienza: Monreale, cappella di San Castrense.

Bacheca triangolare:

  • Manifattura spagnola o italiana, Pianeta con lo stemma del Cardinale Ludovico II Torres, broccatello, fine XVI secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Manifattura spagnola, Pianeta con lo stemma del Cardinale Ludovico II Torres, broccatello, fine XVI secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.

Bacheca triangolare:

  • Manifattura spagnola (?), Pianeta con lo stemma del Cardinale Ludovico II Torres, damasco, fine XVI secolo, provenienza Duomo di Monreale.
  • Manifattura spagnola, Pianeta con lo stemma del Cardinale Ludovico II Torres, velluto e taffetas laminato e ricamato, fine XVI secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.

Bacheca:

  • Argentieri dell’Italia meridionale, Completo di vasi portaoli con lo stemma del Cardinale Ludovico II Torres, argento a fusione inciso, 1588-1609 (vasi), 1778 (coperchio), provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere siciliano, Calice con lo stemma del Cardinale Ludovico II Torres, argento sbalzato, cesellato e inciso, 1588-1609, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere siciliano, Calice con lo stemma del Cardinale Ludovico II Torres, argento sbalzato, cesellato e inciso, 1588-1609, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere siciliano, Pisside con lo stemma del Cardinale Ludovico II Torres, argento sbalzato, cesellato e inciso, 1588-1609, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Muzio Zagaroli, Pace con Adorazione dei Magi, cristallo di rocca, metà XVI secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Bottega veneziana degli Embriachi, Cassetta reliquiaria con lo stemma del Cardinale Ludovico II Torres, avorio e legno, seconda metà del XVI secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Gian Luigi Lello, Historia della Chiesa di Monreale, Roma 1596.
  • Scipione Pulzone (?), Ritratto del Cardinale Ludovico II Torres, sanguigna, fine XVI secolo, provenienza: Monreale, ex Seminario Arcivescovile, già Palazzo Torres.
  • Argentiere siciliano, Secchiello, argento sbalzato, cesellato e inciso, XVI secolo, provenienza: Monreale, Palazzo Arcivescovile.

Bacheca:

  • Vincenzo Grosso, Statuetta di San Castrense e vasetti con foglie (parte dell’urna di San Castrense), argento fuso a cera persa, 1637, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere palermitano, Mazza, argento, argento dorato sbalzato, cesellato, inciso e con parti fuse, 1657, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Francesco (Lo) Iacono, Calice, argento sbalzato, filigrana d’argento, rame dorato e corallo, 1695, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentieri siciliani, Completo per sale da battesimo, argento sbalzato, cesellato e con parti fuse, prima metà del XVII secolo (vasetto), 1663 o 1668 (cucchiaino), 1822 (vassoio), provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere trapanese, Calice, argento e rame dorato, 1607, provenienza: Monreale, già Ospedale di San Biagio, dono di Mons. Saverio Ferina.
  • Argentiere palermitano, Pisside, argento e argento dorato sbalzato e inciso, XVII secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere palermitano, Ostensorio, argento sbalzato, cesellato e inciso, 1710, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere palermitano, Reliquiario dei Santi Girolamo e Benedetto, argento sbalzato, cesellato e inciso, 1786, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Andrea Fusina (attr.), Calice, argento sbalzato e cesellato, 1689, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere siciliano, Stauroteca, bronzo dorato, seconda metà del XVII secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Vincenzo Papadopoli, Croce da tavolo, argento ed ebano, 1776, provenienza: Monreale, Chiesa di San Vito.

Bacheca:

  • Orafo siciliano, Croce pettorale e anello vescovile, oro, diamanti e smeraldi, inizi XVIII secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Pietro Balzar, Medaglia dell’Arcivescovo Francesco Testa, bronzo, 1771, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Antonino Maddalena, Lampada pensile con lo stemma dell’Arcivescovo Francesco Testa, argento sbalzato e cesellato, 1769, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere palermitano, Servizio da lavabo con lo stemma dell’Arcivescovo Francesco Testa, argento sbalzato, inciso e con parti fuse, 1760, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere palermitano, Piatto da parata con lo stemma dell’Arcivescovo Francesco Testa, argento sbalzato, 1747, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere palermitano, Vassoio con lo stemma dell’Arcivescovo Francesco Testa, argento sbalzato, 1747, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere palermitano, Calice con Virtù Teologali, argento dorato, sbalzato, cesellato e con parti fuse, 1743-1745, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere palermitano, Calice con simboli della Passione, argento dorato, sbalzato, cesellato e con parti fuse, 1759, provenienza: Monreale, chiesa della SS. Trinità.
  • Argentiere palermitano, Piatto da parata, argento sbalzato e cesellato, 1714, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere palermitano, Fibula con scena della Natività della Vergine, argento dorato, metà XVIII secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere palermitano, Pace con scena dell’Ascensione, argento sbalzato, cesellato e inciso, 1742, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere palermitano, Pace con scena della Natività, argento sbalzato, cesellato e inciso, 1742, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere palermitano, Pace con l’immagine della Trinità, argento sbalzato, cesellato e inciso, XVIII secolo, provenienza: Monreale, Chiesa della SS. Trinità.
  • Argentiere palermitano, Campanello, argento, 1714, provenienza: Monreale,ex chiesa di San Paolino.

Bacheca triangolare:

  • Argentiere romano, Reliquiario di San Pietro Apostolo con lo stemma del Cardinale Traiano Acquaviva, argento e argento dorato, sbalzato, cesellato e a fusione, metà XVIII secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere romano, Crocifisso con lo stemma del Cardinale Traiano Acquaviva, argento e argento dorato, sbalzato, cesellato e con parti fuse, metà XVIII secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Manifattura siciliana, Mitria con lo stemma del Cardinale Traiano Acquaviva, taffetas laminato ricamato, 1747-1753, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Manifattura siciliana, Pianeta con lo stemma del Cardinale Traiano Acquaviva, gros de Tours laminato, 1747-1753, provenienza: Monreale, Cattedrale.

Bacheca triangolare:

  • Manifattura siciliana, Pianeta con lo stemma dell’Arcivescovo Francesco Testa, taffetas laminato ricamato, 1754-1773, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere palermitano, Veste della Madonna del Popolo, argento sbalzato e cesellato, 1815, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Orafo siciliano, Corone per la statua della Madonna del Popolo, oro e gemme policrome, 1761, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Orafo siciliano, Parure, oro, diamanti e smeraldi, prima metà del XVIII secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Orafo siciliano, Pendente con Santa Rosalia, oro, diamanti, smeraldi, smalti, prima metà del XVIII secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Francesco Testa, Descrizione delle feste fatte nella città di Monreale in occasione d’essersi coronato il venerando insigne simulacro della Vergine Sagratissima detta del Popolo ovvero Santa Maria la Nuova, 1762, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Orafo siciliano, Anello, oro e gemme, XVIII secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.

Bacheca:

  • Antonino Maddalena, Ostensorio, argento dorato sbalzato, cesellato e con parti fuse, 1776, provenienza: Monreale, chiesa di San Gaetano.
  • Argentiere napoletano, Pisside, argento e argento dorato sbalzato, seconda metà del XVIII secolo, provenienza: Ficuzza, cappella Reale della Palazzina di Caccia.
  • Argentiere napoletano, Turibolo e navicella, argento sbalzato, metà XVIII secolo, provenienza: Ficuzza, cappella Reale della Palazzina di Caccia.
  • Argentiere napoletano, Ostensorio, argento e argento dorato sbalzato, seconda metà del XVIII secolo, provenienza: Ficuzza, cappella Reale della Palazzina di Caccia.
  • Argentiere palermitano, Ostensorio, argento sbalzato, cesellato e inciso, 1758, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere palermitano, Reliquiario di Sant’Isidoro, argento sbalzato e cesellato, 1761, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere palermitano, Reliquiario di San Castrense (già Stauroteca), argento sbalzato, cesellato e inciso, 1713, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Simone Miraglia (attr.), Coppia di candelieri, argento sbalzato, cesellato e inciso, 1769, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere palermitano, Pisside, argento dorato sbalzato e cesellato, 1766, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere palermitano, Calice con simboli cristologici, argento dorato sbalzato, cesellato e con parti fuse, 1759, provenienza: Monreale, chiesa della SS. Trinità.

Bacheca grande:

  • Manifattura siciliana, Dalmatica con lo stemma dell’Arcivescovo Francesco Testa, taffetas ricamato, 1754-1773, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Manifattura siciliana, Lastrina incisoria con lo stemma dell’Arcivescovo Domenico Benedetto Balsamo, rame, 1816-1844, provenienza: Monreale, ex Seminario Arcivescovile, già Palazzo Torres.
  • Giuseppe Balsamo, Ostensorio, argento dorato, sbalzato e con parti fuse e gemme, 1823, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere siciliano, Servizio da lavabo con lo stemma dell’Arcivescovo Domenico Benedetto Balsamo, argento dorato sbalzato e cesellato, 1816-1844, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere siciliano, Palmatoria dell’Arcivescovo Domenico Benedetto Balsamo, argento dorato sbalzato e cesellato, 1816-1844, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere siciliano, Pisside, argento dorato sbalzato e cesellato, 1816-1844, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere siciliano, Vassoio con lo stemma dell’Arcivescovo Domenico Benedetto Balsamo, argento dorato inciso, 1816-1844, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Manifattura siciliana, Pianeta con lo stemma dell’Arcivescovo Domenico Benedetto Balsamo, rete ricamata e diamantina ricamata, 1816-1843, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere palermitano, Calice, argento dorato, sbalzato e cesellato, 1812, provenienza: Monreale, Albergo dei Poveri.
  • Argentiere palermitano, Pisside, argento dorato, sbalzato e cesellato, 1813, provenienza: Monreale, Albergo dei Poveri.
  • Orafo siciliano, Croce pettorale e anello vescovile, oro, diamanti e zaffiri, XIX secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere palermitano, Mazza, argento sbalzato, cesellato e con parti fuse e dorate, metà XIX secolo, provenienza: Monreale, chiesa del SS. Crocifisso.
  • Argentiere palermitano, Ostensorio, argento sbalzato, cesellato e inciso, 1818, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Manifattura siciliana, Piviale, stola e manipolo, batista, prima metà del XIX secolo, provenienza: Monreale, chiesa della SS. Trinità.
  • Argentiere siciliano, Coppia di ampolline, argento, XIX secolo-XX secolo (vassoietto), provenienza: dono di Mons. Saverio Ferina

Pareti:

  • Pittore genovese, Crocifissione di Sant’Andrea, olio su tela, seconda metà XVII secolo; Maestranze siciliane, Cornice, legno intagliato, traforato e dorato, XVIII secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Pittore di cultura fiamminga, Crocifissione con la Maddalena e Sant’Elisabetta d’Ungheria, olio su tela, XVII secolo, provenienza: Monreale, chiesa di Santa Maria dell’Orto.
  • Filippo De Vadder, Madonna della Misericordia, olio su tela, 1634, provenienza: Monreale, chiesa di Santa Maria dell’Odigitria.
  • Pittore dell’Italia meridionale, San Girolamo, olio su tela, prima metà XVII secolo, provenienza: Monreale, Albergo dei Poveri.
  • Rosalia Novelli (attr.), San Vincenzo Ferreri, olio su tela, prima metà del XVII secolo, provenienza: Monreale, chiesa di San Gaetano.
  • Pittore siciliano di influenza vandyckiana, Cristo alla colonna, olio su tela, XVII secolo, provenienza: Monreale, Albergo dei Poveri.
  • Ambito romano, Ritratto del Cardinale Ludovico II Torres, olio su tela, 1588-1609, provenienza: Monreale, Palazzo Arcivescovile.
  • Pittore siciliano, L’Arcivescovo Girolamo Venero, olio su tela, terzo decennio del XVII secolo, provenienza chiesa del SS. Crocifisso di Monreale.
  • Giuseppe Patania, L’Arcivescovo Domenico Benedetto Balsamo, olio su tela, 1838, provenienza: Monreale, Albergo dei Poveri.
  • Pittore palermitano, Ritratto dell’Arcivescovo Francesco Testa, olio su tela, 1754-1773, provenienza: Monreale, Seminario Arcivescovile, già Palazzo Torres.
  • Manifattura siciliana, Paliotto con lo stemma del Cardinale Traiano Acquaviva, raso ricamato, 1747-1753, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Maestranze siciliane, Stemma del Cardinale Ludovico II Torres, marmo, 1588-1609, provenienza: Monreale, Palazzo Arcivescovile.

Fuori bacheca:

  • Argentiere siciliano, ‘Tenebrario’ con lo stemma del Cardinale Ludovico II Torres, bronzo a fusione, 1603, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Maestranze italiane, Cattedra episcopale con lo stemma del Cardinale Ludovico II Torres, marmo, fine XVI secolo, provenienza: Monreale, Duomo, cappella di San Placido.
  • Pompeo Cremona (attr.), Busto del Cardinale Ludovico II Torres, marmo, 1590-1595 ca, provenienza: Monreale, Cattedrale, cappella di San Castrense, sacrestia.
  • Maestranze siciliane, Coppia di pilastrini con lo stemma dell’Arcivescovo Alfonso Los Cameros, marmo, 1656-1668, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Maestranze siciliane, Faldistorio con lo stemma del Cardinale Jacopo Bonanno, legno intagliato e dorato, 1753-1754, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Ignazio Marabitti, Santa Lucia, San Marziano, San Pietro, San Paolo, terracotta dorata, 1753, provenienza: Siracusa, Palazzo Arcivescovile.

CAPPELLA NEOCLASSICA:

  • Giuseppe Patania, Cena in Emmaus, olio su tela, 1843, provenienza: Monreale, Refettorio del Monastero PP. Benedettini.
  • Vito D’Anna, Addolorata, olio su tela, metà XVIII secolo, provenienza: Monreale, chiesa Maria SS. Addolorata.
  • Girolamo Bagnasco, Cristo alla colonna, legno policromo, 1787, provenienza: Monreale, ex chiesa di San Pietro.
  • Maestranze siciliane, Sedia, legno intagliato e dorato, velluto ricamato, prima metà del XIX secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Maestranze siciliane, Coppia di pigne, legno policromo, inizi XIX secolo, provenienza: Tagliavia, Santuario Maria SS. del Rosario.
  • Gaspare Firriolo (attr.), Paliotto, stucco e stucco policromo trattato a finto marmo, settimo-ottavo decennio del XVIII secolo, provenienza: Calatamauro, Abbazia di Santa Maria del Bosco, proprietà F.E.C.
  • Anna Turrisi Colonna, Madonna col Bambino e San Giovannino, olio su tela, XIX secolo, provenienza: Monreale, Albergo dei Poveri.
  • Argentiere palermitano, Calice, argento dorato, sbalzato, cesellato e con parti fuse, 1877, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere romano, Calice, argento dorato, rame dorato e bronzo dorato, XIX secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Manifattura siciliana, Pianeta, stola e manipolo con lo stemma dell’Arcivescovo Domenico Gaspare Lancia di Brolo, modano ricamato, 1884-1919, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Maestranze siciliane, Culla, legno policromo e dorato, primo quarto del XIX secolo, provenienza: Monreale, chiesa del SS. Crocifisso.
  • Rosario Bagnasco (attr.), Gesù Bambino, legno policromo, prima metà XIX secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti; Maestranze siciliane, Culla, legno policromo e dorato, primo quarto del XIX secolo, provenienza: Monreale, chiesa del SS. Crocifisso.
  • Giuseppe Patania (attr.), San Nicola, olio su tela, prima metà del XIX secolo, provenienza: Monreale, Albergo dei Poveri; Maestranze siciliane, Cornice, legno intagliato e dorato, prima metà del XIX secolo, provenienza: Montelepre, chiesa Maria SS. del Rosario.

SALA ETNOANTROPOLOGICA

Pareti:

  • Manifattura siciliana, San Francesco d’Assisi, seta ricamata a “pittoresco” e carta dipinta, XIX secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Maestranze italiane, San Rodolfo Acquaviva, filo di seta ritorto su supporto ligneo e seta dipinta, XVIII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Maestranze siciliane, Scarabattola con Madonna Bambina, legno intagliato e dorato, cera, argento sbalzato e cesellato, filigrana d’argento, perle, granati, turchesi, coralli, conchiglie, vetri policromi, fine XVIII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Ceroplasta siciliano, Teca con Gesù Bambino Redentore, cera e legno, XIX secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Ceroplasta siciliano, Confessione di San Luigi Gonzaga, cera, legno e tessuto, XIX secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Ceroplasta siciliano, Teca con San Francesco di Sales che consegna la regola dell’Ordine della Visitazione a Jeanne-Francoise de Chantal, cera, legno e tessuto, seconda metà XIX secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Ceroplasta siciliano, Scarabattola con Gesù Bambino Pescatore di cuori, cera, olio su tavola, tartaruga, XVIII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Ceroplasta siciliano, Scarabattola con Gesù Bambino, cera, tessuto, pasta vitrea, carta, legno intagliato e tornito, XIX secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Maestranze siciliane, Coppia di consolles, legno intagliato e dorato e marmo, fine XIX secolo, provenienza: Monreale, ex Seminario Arcivescovile già Palazzo Torres.
  • Pittore siciliano (da Fra’ Felice da Sambuca), Madonna col Bambino e San Bernardo da Corleone, pittura su vetro, fine XVIII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Pittore siciliano, San Giuseppe e il Bambino, pittura su vetro, XIX secolo, provenienza: Monreale, collezione Governanti.
  • Pittore siciliano, Insegna della Confraternita del SS. Sacramento, olio su tavola, inizi XIX secolo, provenienza: Monreale, chiesa degli Agonizzanti.
  • Pittore della Sicilia occidentale, Santi Giovanni Battista, Antonio Abate, Matteo Evangelista, Pietro Apostolo e le Anime purganti, olio su tela, seconda metà del XVIII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Pittore siciliano, Santa Maria di Boscemi, olio su tela, inizi XIX secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Pietro Antonio Novelli, Madonna delle Grazie, olio su ardesia, inizi XVII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Manifattura napoletana, Tobia e l’angelo, terracotta, sughero, carta, legno, metà XIX secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.

Bacheca:

  • Argentiere palermitano, Reliquiario, argento sbalzato e cesellato, XVIII secolo- 1786 (base), provenienza: Palermo, collezione Governanti.
  • Ceroplasta siciliano, Madonna bambina, cera, fine XVIII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti
  • Ceroplasta siciliano, Madonna bambina, cera e corallo, fine XVIII secolo, provenienza: Monreale, Chiesa del Sacro Cuore, Convento dei Gesuiti.
  • Ceroplasta siciliano, I Quattro Arcangeli, cera a stampo, fine XVIII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Argentiere siciliano, Placca da gonfalone, rame argentato sbalzato e cesellato, inizi XIX secolo, provenienza: Monreale, chiesa del SS. Crocifisso.
  • Manifattura siciliana, Scarpine dell’Assunta, damasco di seta ricamato, inizi XIX secolo, provenienza: Monreale, chiesa del Sacro Cuore.
  • Manifattura siciliana, Fiocchi di cingoli con monogramma mariano, taffetas ricamato, seconda metà del XIX secolo, provenienza: Tagliavia, Santuario Maria SS. del Rosario.

Bacheca:

  • Ceroplasta siciliano, Testa di bambino, cera a stampo, inizi XX secolo, provenienza: Tagliavia, Santuario Maria SS. del Rosario.
  • Ceroplasta siciliano, Testa femminile, cera a stampo, inizi XX secolo, provenienza: Tagliavia, Santuario Maria SS. del Rosario.
  • Ceroplasta siciliano, Testa di fanciullo, cera a stampo, inizi XX secolo, provenienza: Tagliavia, Santuario Maria SS. del Rosario.
  • Ceroplasta siciliano, Piede destro, cera a stampo, inizi XX secolo, provenienza: Tagliavia, Santuario Maria SS. del Rosario.
  • Ceroplasta siciliano, Cuore fiammato, cera a stampo, inizi XX secolo, provenienza: Tagliavia, Santuario Maria SS. del Rosario.
  • Argentieri siciliani, Ex voto anatomici, argento sbalzato a stampo, fine XIX-XX secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale-Tagliavia, Santuario Maria SS. del Rosario.
    • 1    bambino in fasce
    • 2    fanciullo
    • 3    busto di giovinetto
    • 4    busto di giovinetto
    • 5    testa di giovane (profilo)
    • 6    testa di uomo barbuto
    • 7 seni
    • 8    polmone destro
    • 9    occhi
    • 10  polmone sinistro con trachea
    • 11  orecchi sinistro
    • 12  rene
    • 13  lingua
    • 14  mento e collo
    • 15  polmoni
    • 16  avambraccio e mano
  • Argentiere palermitano, Bussolotto per questua della Confraternita di Santa Lucia, argento sbalzato e cesellato, metà  XIX secolo, provenienza: Monreale, chiesa del SS. Crocifisso.
  • Argentiere palermitano, Bussolotto per questua, argento sbalzato, cesellato e inciso, 1755, provenienza: Monreale, chiesa del SS. Crocifisso.
  • Argentiere palermitano, Bussolotto per questua della Confraternita di Sant’Onofrio, metallo argentato, metà  XIX secolo, provenienza: Monreale, chiesa di Sant’Onofrio.
  • Argentiere palermitano, Bussolotto per questua della Confraternita di Sant’Onofrio, alpacca, XIX secolo, provenienza: Monreale, chiesa di Sant’Onofrio.
  • Argentiere siciliano, Corone della Madonna e di Gesù Bambino, oro sbalzato e cesellato, diamanti e rubini, prima metà del XIX secolo, provenienza: Monreale, chiesa Maria SS. del Rosario, Confraternita Maria SS. del Rosario.
  • Argentiere siciliano, Bettipetto con chiave di tabernacolo, lega dorata, granati e perline, XVIII secolo, provenienza: Alcamo, collezione Ferrara-Giordano.
  • Argentiere palermitano, Corona di rosario, argento e corallo, XIX secolo, provenienza: Monreale, Reclusorio delle Orfane Vergini (Badiella).
  • Argentiere siciliano, Corona di rosario, argento e madreperla, XIX secolo, provenienza: Palermo, collezione privata.
  • Argentiere siciliano, Corona di rosario, argento e granato, XVIII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Argentiere siciliano, Croce pendente, filigrana d’argento, XVIII secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere siciliano, Stellario, argento sbalzato e cesellato, XIX secolo, provenienza: Palermo, collezione privata.
  • Argentiere siciliano, Cuore fiammato con monogramma mariano, argento, madreperla e paste vitree, fine XIX secolo, provenienza: Palermo, collezione privata.
  • Argentiere siciliano, Rosa, argento sbalzato e paste vitree, fine XIX secolo, provenienza: Palermo, collezione privata.
  • Argentiere siciliano, Placca raggiata con cuore fiammato, argento e argento dorato sbalzato, fine XIX secolo, provenienza: Monreale, chiesa di Santa Maria dell’Orto.
  • Argentiere dell’Italia meridionale, Encolpio patriarcale, ottone inciso, XVIII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Argentiere siciliano, Orecchini, oro, filigrana d’argento dorato e paste vitree, primo ventennio del XVIII secolo, provenienza: Bisacquino, chiesa di Sant’Antonio Abate.
  • Orafi siciliani, Gioielli ex voto, oro, smalto, paste vitree, perline, XIX secolo, provenienza: Chiusa Sclafani, chiesa Madre-Ficuzza, cappella reale della palazzina di caccia-Grisì, chiesa Madre.

Bacheca:

  • Argentiere palermitano, Reliquiario a palmetta, argento sbalzato e cesellato, 1685- XVII secolo (base), provenienza: Monreale, Reclusorio delle Orfane Vergini (Badiella).
  • Andrea Fusina (attr.), Reliquiario, argento sbalzato e cesellato, 1676-XIX secolo (base), provenienza: Monreale, chiesa Maria SS. del Rosario.
  • Argentiere palermitano, Stauroteca, argento sbalzato e cesellato, 1749, provenienza: Monreale, ex chiesa di San Paolino.
  • Argentiere palermitano, Reliquiario con frasche, argento sbalzato e cesellato, 1715, provenienza: Carini, chiesa Madre.
  • Argentiere siciliano, Reliquiario del Beato Bernardo da Corleone, argento fuso e cesellato, prima metà XX secolo, provenienza: Monreale, ex Seminario Arcivescovile, già Palazzo Torres.
  • Argentiere siciliano, Urna reliquiaria della cintura di San Tommaso d’Aquino, argento sbalzato e cesellato e legno, inizi  XIX secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere siciliano, Pendente reliquiario, filigrana d’argento, inizi XIX secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere siciliano, Capezzale reliquiario, filigrana d’argento, XVIII secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere siciliano, Encolpio cruciforme, argento traforato, inciso e a fusione, XIX secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Maestranze siciliane, Reliquario a tabella, legno, stoffa e carta, XIX secolo, provenienza: Alcamo, collezione Ferrara-Giordano.
  • Argentiere siciliano, Giglio di Sant’Antonio da Padova, argento sbalzato e cesellato, XIX secolo, provenienza: Monreale, collezione Governanti.
  • Argentiere palermitano, Giglio di San Domenico, argento sbalzato e cesellato, 1801, provenienza: Monreale, Reclusorio delle Orfane Vergini (Badiella).
  • Argentiere siciliano, Palma di Santo Martire, rame dorato a vermeil, seconda metà del XVIII secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere siciliano, Medaglione da gonfalone, argento sbalzato e cesellato, inizi  XIX secolo, provenienza: chiesa del SS. Crocifisso.

Bacheca:

  • Maestranze siciliane, Coppia di mazze processionali della Confraternita del Cristo morto, legno, tela e colla, ferro, latta, fine  XVIII secolo, provenienza: chiesa di Maria Odigitria.
  • Argentiere siciliano, Puntale di mazza processionale della Confraternita di Sant’Onofrio,  metallo argentato, inizi XIX secolo, provenienza: Monreale, chiesa di Sant’Onofrio
  • Argentiere palermitano, Coppia di puntali di mazze processionali della Confraternita del SS. Sacramento, argento sbalzato e cesellato, 1787, provenienza: Monreale, chiesa degli Agonizzanti.
  • Argentiere siciliano, Puntale di mazza processionale della Confraternita di San Carlo Borromeo, argento sbalzato e cesellato, seconda metà del XVIII secolo, provenienza: Monreale, chiesa di San Vito.
  • Maestranze siciliane, Mazza processionale della Confraternita delle Anime Sante, argento sbalzato e cesellato, legno, intagliato, fine XVIII secolo, provenienza: Ficuzza, cappella reale della palazzina di caccia.

Bacheca:

  • Maestranze siciliane, Flabelli, cuoio dipinto e legno dorato, XIX secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Scultore siciliano, Crocifisso, legno, prima metà del XIX secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Giuseppe Garofalo, Gesù Bambino, acquaforte, XVIII secolo, provenienza: collezione Renda Pitti.
  • Gelardo (?), Sacro Cuore di Gesù, acquaforte, XVIII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Ceroplasta e argentiere siciliani, Gesù Bambino coronato, ceroplastica, argento sbalzato e cesellato, paste vitree, prima metà del XIX secolo, provenienza: Tagliavia, Santuario Maria SS. del Rosario.
  • Argentiere siciliano, Catino con tintinnabolo, argento sbalzato e cesellato, XIX secolo, provenienza: Monreale, Reclusorio delle Orfane Vergini (Badiella).
  • Argentiere palermitano, Placca con simboli cristologici, argento sbalzato e cesellato, 1788, provenienza: Monreale, chiesa del SS. Crocifisso.
  • Argentiere palermitano, Ostensorio, argento sbalzato e cesellato, 1713, provenienza: Monreale, chiesa Maria SS. del Rosario.
  • Argentiere palermitano, Cuore eucaristico cinto di spine, fiammato e crucigero, argento sbalzato, cesellato e inciso, XIX secolo, provenienza: Monreale, chiesa del Sacro Cuore.
  • Argentiere siciliano, Cuore fiammato e cinto di rose con custodia per reliquia, argento sbalzato, cesellato e inciso, XIX secolo, provenienza: Monreale, chiesa del Sacro Cuore.
  • Argentiere siciliano, Corona di spine, argento, XIX secolo, provenienza: Monreale, chiesa di San Gaetano.
  • Argentiere siciliano, Gioia del SS. Costato, argento sbalzato e cesellato, paste vitree, XIX secolo, provenienza: Monreale, chiesa del Sacro Cuore.
  • Argentiere siciliano, Placca da gonfalone con la scena della Resurrezione, argento sbalzato e cesellato, XVIII secolo, provenienza: Monreale, chiesa del SS. Crocifisso.
  • Maestranze siciliane, Tagliaostie, ferro forgiato e legno tornito, fine XVIII secolo, provenienza: Monreale, collezione Governanti.
  • Argentiere italiano, Coppia di placchette con la Vergine e il Bambino e il Battesimo di Cristo, argento sbalzato a stampo, gallone in filo d’argento a telaio, XIX secolo, provenienza: Monreale, Reclusorio delle Orfane Vergini (Badiella).
  • Argentiere siciliano, Pinze eucaristiche, argento, prima metà del XVII secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Manifattura siciliana, Portaviatico con monogramma cristologico, raso ricamato, XIX secolo, provenienza: Monreale, Palazzo Arcivescovile.

Bacheca:

  • Francesco Cichè, Rogo di Fra’ Romualdo e Suor Gertrude acceso nel Piano di S. Erasmo la sera del 6 aprile 1724, acquaforte, 1724, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Incisore siciliano, Santa Oliva, acquaforte, XVII-XVIII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Incisore siciliano, Santa Barbara, acquaforte, XVII-XVIII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Bernardo Bongiovanni, Santa Maria delli Rimedi, acquaforte, XVIII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Milleri, Santa Maria libera inferni, acquaforte, 1754, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Incisore siciliano, Madonna dell’Orto, acquaforte, XVIII secolo, provenienza: Palermo, collezione Renda Pitti.
  • Antonino Bova, San Castrense, matrice calcografica di rame incisa all’acquaforte, XVIII secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Antonino Bova (1688-1775), San Castrense, litografia, fine XIX-inizi XX secolo, provenienza: Monreale, Palazzo Arcivescovile.

Bacheca:

  • S. Ciaccio, Addolorata, acquaforte, 1794, provenienza: Monreale, chiesa della SS. Trinità.
  • S. Ciaccio, Addolorata, matrice calcografica di rame incisa all’acquaforte, 1794, provenienza: Monreale chiesa della SS. Trinità.
  • Filippo Sidoti, Effigies Immaculatae, acquaforte, 1858-1867, provenienza: Monreale, chiesa di Sant’Antonio Abate.
  • Filippo Sidoti, Effigies Immaculatae, matrice calcografica di rame incisa all’acquaforte, 1858-1867, provenienza: Monreale, chiesa di Sant’Antonio Abate.
  • Filippo Sidoti, Madonna del Popolo, matrice incisoria, metà XIX secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Maestranze siciliane, Reliquiario con custodia del fazzoletto con le lacrime dell’icona dell’Addolorata del Collegio di Maria, argento, argento dorato con parti fuse, miniature su carta, perline, cuoio impresso e dorato (custodia), inizi XIX secolo, provenienza: Monreale, chiesa della SS. Trinità.
  • Argentiere palermitano, Corona della Madonna del Rosario, argento sbalzato e cesellato, 1801, provenienza: Monreale, Reclusorio delle Orfane Vergini (Badiella).
  • Argentiere palermitano, Corona della Madonna del Popolo, argento sbalzato e cesellato, inizi  XIX secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere siciliano, Corone della Madonna e di Gesù Bambino, argento sbalzato e cesellato e pietre policrome, seconda metà del XVIII secolo, provenienza: Monreale, Reclusorio delle Orfane Vergini (Badiella).
  • Argentiere siciliano, Cuore fiammato, argento dorato, XIX secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere siciliano, Rosa, argento dorato, XIX secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere palermitano, Vessillo con monogramma mariano, argento inciso, 1723-1728, provenienza: Monreale, Reclusorio delle Orfane Vergini (Badiella).
  • Argentiere siciliano, Campanello, argento sbalzato e inciso, XIX secolo, provenienza: Monreale, Reclusorio delle Orfane Vergini (Badiella).
  • Argentiere palermitano, Pace con Immacolata, argento sbalzato e cesellato, 1705, provenienza: Monreale, Cattedrale.
  • Argentiere palermitano, Serie di ex voto-Cuore fiammato con monogramma mariano, argento e argento dorato sbalzato, cesellato e inciso, fine XVIII-inizi XIX secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale-Tagliavia, Santuario Maria SS. del Rosario.

Sala d’uscita:

  • Maestranze siciliane, Busto di Santa Gertrude, marmo, seconda metà del XVII secolo, provenienza: Monreale, Palazzo Arcivescovile.
  • Maestranze siciliane, Acquasantiera, marmo, XVIII secolo, provenienza: Monreale, ex chiesa di San Pietro.
  • Guido Francisci, L’Arcivescovo Eugenio Ernesto Filippi, olio su tela 1939, provenienza: Monreale, Palazzo Arcivescovile.
  • Maestranze siciliane, Panca con schienale, legno intagliato e intarsiato, XIX secolo, provenienza: Monreale, Cattedrale.
/

© Museo Diocesano di Monreale 2016