rossocorallorossocorallorossocorallorossocorallorossocorallorossocorallorossocorallorossocorallorossocorallo

RossoCorallo

Sabato 6 dicembre 2014, alle ore 18.00, grazie alla gentile disponibilità di S. E. Mons. Michele Pennisi, si inaugura la mostra “Platimiro Fiorenza. RossoCorallo e Arte Sacra”, a cura di Rosadea Fiorenza e Cristina Costanzo, allestita nella sala San Placido del Museo Diocesano di Monreale.

Maestro d’arte trapanese, Platimiro Fiorenza è uno fra i più apprezzati artigiani siciliani capaci di tener viva la secolare tradizione della lavorazione del corallo. Da annoverare tra le eccellenze del patrimonio artistico siciliano, il valore della ricerca di Platimiro Fiorenza è stato recentemente riconosciuto anche a livello internazionale dall’UNESCO, inserendo il maestro nel “Libro dei Tesori Umani Viventi”.

Il Museo Diocesano di Monreale, come sottolinea il direttore aggiunto del Museo Lisa Sciortino, “particolare contenitore di arti decorative esempio dell’abilità raggiunta dalle maestranze artistiche siciliane nel corso dei secoli, ha scelto di ospitare nel grande salone San Placido una mostra d’arte contemporanea al fine di presentare al pubblico l’antichissima tradizione dei maestri corallari trapanesi”. In occasione della mostra, insieme ai manufatti di carattere sacro realizzati dal maestro trapanese, vengono esposte le preziose opere in corallo facenti parte della collezione del Diocesano di Monreale, nel segno di una continuità artistica che testimonia l’attualità del messaggio cristiano nell’arte dei giorni nostri.

Nel corso dell’evento la famiglia Fiorenza donerà all’istituzione museale monrealese un presepe in corallo, oro, argento, avorio e alabastro (realizzato nel 2004), posto sotto una campana in vetro del XIX secolo, che entrerà così a far parte della collezione permanente del Museo.

In occasione della mostra, inoltre, è stato realizzato il catalogo, a cura di Rosadea Fiorenza e Cristina Costanzo, con testi di S.E. Mons. Michele Pennisi, Maria Concetta Di Natale, Lisa Sciortino, Rosadea Fiorenza e Cristina Costanzo.

L’esposizione sarà visitabile sino al 18 gennaio 2015.

/

© Museo Diocesano di Monreale 2016