madbam

Madonna col Bambino

Esecuzione dei lavori Gaetano Correnti

Provenienza Palermo, collezione Renda Pitti

Collocazione Museo Diocesano di Monreale

Oggetto Madonna col Bambino

Materiale olio su tavola

Misure Cm 18x30

Datazione XV secolo

Attribuzione pittore dell’Italia meridionale di cultura bizantineggiante

Inizio Lavori 1 marzo 2011

Fine Lavori 24 marzo 2011

Il frammento di tavola dipinta ad olio, decurtata lungo i margini e raffigurante la Madonna col Bambino, è ascrivibile a pittore dell’Italia meridionale di cultura bizantineggiante del secondo Quattrocento e mostra un taglio compositivo in cui le due figure della Madre e del Figlio sono indissolubilmente legate. I due Personaggi sono, infatti, ripresi in un momento di tenerezza. Interessante è la vivace cromia dell’opera, data soprattutto dalla veste rossa del Bambino ma anche dal manto porpora indossato dalla Vergine. Parte della pellicola pittorica dei visi e delle mani è andata irrimediabilmente perduta, pertanto il restauro scientifico si è limitato a brevi interventi che consentissero una migliore lettura dell’opera.

Sul verso, la tavola presentava alcuni attacchi di insetti xilofagi. Il film pittorico, ottenuto dalla sovrapposizione di stesure piuttosto sottili con la tecnica dei colori ad olio, risultava secco e opacizzato. La lettura del tessuto è disturbata da irreversibili cadute di colore.

Dopo la spolveratura con pennello morbido e aspiratore, si è proceduto alla velinatura della superficie pittorica tramite adesione di carta di riso con colla di coniglio e alla disinfestazione antitarlo mediante iniezioni nei fori. Ne è seguito il consolidamento puntuale della pellicola pittorica tramite applicazione di resina acrilica in emulsione. Sono state rimosse le vernici ossidate e i ritocchi alterati tramite applicazione di miscele di solventi organici calibrati e testati in fase operativa. Si è proceduto, quindi, alla lieve reintegrazione pittorica a tono di alcune lacune e delle abrasioni della superficie pittorica. Infine, è stata applicata sulla superficie dell’opera vernice a tampone e a pennello.

Dott. Lisa Sciortino

/

© Museo Diocesano di Monreale 2016